Concluso “Langobardorum Nummorum Doctrina”

Nel grande Auditorium Comunale delle Clarisse di Monte Sant’Angelo (Fg) si è svolto il 13 Ottobre 2018 l’Incontro Culturale Numismatico nel Parco Nazionale del Gargano dal titolo LANGOBARDORVM NVMMORVM DOCTRINA.

Si è trattato di una giornata intensa di relazioni di alto spessore scientifico tenute da docenti universitari e da specialisti in Numismatica, venuti da diverse parti d’Italia, che si sono confrontati sui risultati delle ultime acquisizioni di monete longobarde e medievali offrendo al vastissimo pubblico momenti culturali intensi attraverso contenuti innovativi, densi e preziosi per la scientificità delle informazioni, rese accessibili attraverso proiezioni di immagini monetali, irradiate in sequenza parallela alle descrizioni molto chiare e puntuali.

Un programma bene articolato che ha toccato punti controversi della Numismatica longobarda e medievale sulle date di emissione, sulle zecche e sull’interpretazioni di legende impresse sulle monete.

L’incontro culturale è servito a portare chiarezza nel settore numismatico, relativamente al periodo longobardo e medievale. I risultati raggiunti potranno essere recepiti e discussi non appena saranno resi pubblici gli Atti. Mai era stato celebrato un convegno riservato esclusivamente alla monetazione longobarda e medievale e alla raffigurazione dell’Arcangelo Michele, eletto dai Longobardi loro Patrono.

L’incontro culturale ha ottenuto il patrocinio morale del Ministero per i beni e le attività culturali, della Regione Puglia, di varie Università italiane a cui si sono aggiunti altri Enti pubblici e numerose Associazioni culturali di rilevanza nazionale.

Il nutrito programma ha richiamato la partecipazione massiccia di cultori della disciplina, di studiosi, di tecnici, di collezionisti. A questo gruppo di competenti si è unito a sorpresa un nucleo di giovani liceali ai quali auguriamo di coltivare la passione per le monete da collezione e di continuare in futuro la ricerca per completare il quadro delle informazioni su di un periodo lontano nel tempo, ma vicino a noi attraverso la visione delle monete.

Questo auspicio è stato oggetto dei saluti che la dottoressa Eugenia Vantaggiato, in rappresentanza del Ministero per i beni e le attività culturali, ha rivolto alla folla dei partecipanti al Congresso. La rappresentante del Ministero ha prospettato nuovi scenari di ampio coinvolgimento di giovani nella organizzazione nazionale della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale nazionale. La parentesi dei saluti è stata aperta dal Sindaco di Monte Sant’Angelo dottor Pierpaolo d’Arienzo e dal presidente dell’Ente Nazionale Parco del Gargano dottor Claudio Costanzucci Paolino: entrambi hanno apprezzato l’impegno degli organizzatori dell’evento e la larga partecipazione di pubblico; entrambi hanno auspicato che eventi culturali di tale spessore possano ripetersi in futuro.

Come nota informativa va detto che il numeroso pubblico proveniva, non solo dalle ridenti vicine località garganiche, ma da tutta l’Italia Meridionale: da Bari un folto gruppo di docenti universitari, da Lecce e da Foggia non pochi accaniti collezionisti, da Napoli e da Salerno diversi studiosi che si sono sottoposti ad una lunga trasferta e poi da Campobasso e da Potenza; qualcuno si è mosso da Roma, da Bologna e finanche da Milano e da Torino. Va detto anche che il richiamo dei monumenti di Monte Sant’Angelo è forte e convincente e molti dei presenti non si sono fatta sfuggire l’occasione di una visita alla città e ai suoi tesori racchiusi nei monumenti e reperti. Monte Sant’Angelo non a caso è inserito nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO per ben due volte con distinte motivazioni.

 

 

 

 

 

 

Si ringrazia:

l’Ente Parco Nazionale del Gargano nelle persone del presidente Claudio Costanzucci Paolino e dell’assessore Pasquale Cocciache hanno sostenuto e voluto l’evento sin dal primo momento, il Comune di Monte Sant’Angelo con il sindaco Pierpaolo d’Arienzo e l’assessore Rosa Palomba.
Il presidente della Società Mediterranea di Metrologia Numismatica Giuseppe Ruotolo, con la sua grande competenza scientifica, frutto di anni e anni di studi e ricerche, Luca Lombardi della Biblionumis, anche lui tra gli organizzatori del convegno.

La dott. Eugenia Vantaggiato del Mibac e tutte le istituzioni che hanno portato i loro saluti, il direttore del dipartimento DISUM di Bari, il prof. Paolo Ponzio, il prof. Marcello Rotili del Centro Studi Longobardi, il prof. Nicola Moretti dell’Università della Basilicata e tutti gli altri.

I relatori tutti, che hanno portato a Monte Sant’Angelo le loro competenze scientifiche: la dott.ssa Elena Percivaldi, che ci ha fornito i pannelli della mostra i longobardi che in tanti hanno letto e apprezzato, la dott. Rossella Ciuffreda che ci ha aiutato con i programmi e tutta la parte espositiva.
L’associazione Italia Langobardorum, in particolare il dott. Pasquale Gatta e la dott. Arianna Petricone che hanno creduto anche loro fin dal primo momento all’evento.

Tutti gli accademici che sono venuti da diverse Università Italiane per assistere al convegno, tra cui il dott. Michele Chimienti che oltre a mandarci un suo poster da esporre è venuto da Bologna a seguire il convegno, il dott. Alain Gennari per averci inviato il suo poster sui tremissi di Klepsau, il dott. Antonio Morello della Editrice Diana per averci dato ampia visibilità sulla sua rivista prima e dopo l’evento.
La prof.ssa Immacolata Aulisa che, oltre a seguire con interesse tutto il convegno, è sempre stata disponibile a dispensarmi consigli e anche per aver guidato i relatori nella visita guidata al Santuario di San Michele, il dott. Giuseppe Rignanese che ci ha fatto da guida al Castello e agli altri meravigliosi monumenti di Monte Sant’Angelo con grande professionalità, la cooperativa Ecogargano Arte Natura nella persona di Giuseppe Palumbo che ci ha permesso di accedere ai monumenti che da anni gestisce egregiamente e al quale tutto il paese dovrebbe essere grato. Ringrazio tutte le altre associazioni che ci hanno aiutato e che hanno partecipato all’evento come Matteo Rinaldi di Monte Sant’Angelo Francigena. Grazie alle scuole superiori e la scuola Media Giovanni XXIII di Monte Sant’Angelo che hanno deciso di portare i loro studenti al convengo.
Ringrazio tutto lo staff dell’Hotel Sant’Angelo che ha ospitato i relatori, i quali si sono complimentati per la disponibilità e cortesia e tutti coloro che hanno aiutato in qualche modo alla riuscita del convegno, i ragazzi del catering, gli autisti, il responsabile del complesso delle Clarisse, il fonico Antonio Armillotta e chiunque in un modo o nell’altro ha dato una mano per la riuscita del convegno.

Infine (ma non ultimi per ordine di importanza) ringraziamo tutti voi che siete sopraggiunti, è stato davvero bello vedere tante persone interessate alla numismatica e si spera di proseguire su questo percorso con un evento ancora più ricco.

Hanno parlato di noi:

Archeologia medievale 

Storie e Archeostorie di Elena Percivaldi 

NUME, Gruppo di Ricerca sul Medioevo Latino

MIBAC Puglia 

Cronaca Numismatica: 123

Italia Medievale 

Archeologia Medievale dell’Università di Siena 

Centro Studi Longobardi 

IlGiornale di Monte 

Il Resto del Gargano

La Gazzetta del Mezzogiorno edizione nazionale

Quotidiano l’Attacco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *